Grazie a un’App, Ciclisti al Sicuro sulle Strade

Una nota positiva è che il suo funzionamento non è “a senso unico”. Anche ai ciclisti è dato modo di vedere, sempre scaricando l’app, i tracciati più sgomberi e quelli più “consigliati” per evitare il traffico, diminuendo di gran lunga il rischio di collisione. L’invenzione è da attribuire alla TDG Company, start up nata proprio nel 2014 a Los Angeles, manco a dirlo, composta da una troupe amante delle due ruote. Certo, non si tratta di una soluzione miracolosa, neanche per idea. Basti solo pensare che, come ovvio, perché l’utilizzo di BikeShield abbia un senso, è necessario che quanti più utenti la scarichino e utilizzino quando sono in movimento. Cosa decisamente improbabile anche in uno scenario ipotetico in cui chiunque dispone di uno smartphone.

Ma visto che questa è la tendenza, l’ultimo modello ad ogni costo, è un’idea quantomeno benvenuta.