Grazie a un’App, Ciclisti al Sicuro sulle Strade

Fintanto che le istituzioni (e una cultura forte) non provvederanno a capovolgere una situazione scomoda e decisamente fastidiosa, inaugurando piste ciclabili e tracciati delimitati sicuri, ben poco è possibile fare per il largo pubblico di ciclisti. La tecnologia, però, può intervenire a mettere una pezza in attesa di provvedimenti più seri a beneficio di tutti. Ciò è possibile grazie ad una banalissima App e una altrettanto banalissima idea.

Come reagiremmo, da autisti impegnati e con la testa altrove, se sapessimo che alla nostra destra sta per piombare a tutta velocità una moto da corsa ben dieci secondi prima di riuscire a scorgerla? Che ne sarebbe del gruppo di ciclisti che, invogliati da una tranquilla domenica di sole, si mette in carreggiata sapendo che il suv dietro di loro li ha già notati da tempo? Essenzialmente l’app BikeShield funziona proprio così.

La si scarica sui propri smartphone, si specifica che tipo di mezzo guidiamo, si imposta un segnale di avviso che può consistere in un suono particolare o in una semplice notifica e infine ci si mette in marcia. Con più tranquillità del solito, probabilmente, sapendo che 10 secondi prima di incontrare un ciclista verremo avvisati della sua presenza. E tutto questo è possibile grazie al GPS integrato di cui sono dotati i dispositivi oltre che all’accelerometro che consente le segnalazioni in movimento.