Scandalo #PigGate per il Premier Inglese: Dave, Sei Quasi Perdonato

Pietra dello scandalo è l’operato del nobile milionario Lord Ashcroft, ex tesoriere dei Tories (partito di Cameron), rimasto molto ferito dalla promessa non mantenuta dell’ex compagno di studi di assegnargli incarichi d’alto rango –indiscrezioni parlano di una poltrona da ministro– in cambio del suo appoggio, finanziario e non. Quale miglior vendetta di una biografia dall’eloquente, derisorio titolo “Call Me Dave” in cui descrivere dettagliatamente le dissolutezze cui il primo ministro era solito abbandonarsi?

Ritratto di famiglia: il Bullingdon Club nel 1987. In piedi, da sinistra: il banchiere Sebastian Grigg, David Cameron, il designer Ralph Perry-Robinson, l’ambasciatore Ewen Fergusson, il banker Matthew Benson, l’avvocato Marc Rowlands e il pubblicitario Harry Eastwook. Seduti: il CEO Sebastian James, il giornalista Jonathan Ford e il politico Boris Johnson
Ritratto di famiglia: il Bullingdon Club nel 1987. In piedi, da sinistra: il banchiere Sebastian Grigg, David Cameron, il designer Ralph Perry-Robinson, l’ambasciatore Ewen Fergusson, il banker Matthew Benson, l’avvocato Marc Rowlands e il pubblicitario Harry Eastwook. Seduti: il CEO Sebastian James, il giornalista Jonathan Ford e il politico Boris Johnson

Si sa, l’élite universitaria inglese ha sempre avuto una forte inclinazione per certe abitudini. Che di nobile avevano solo il sangue nelle vene di chi le praticava. Del rinomato Bullingdon Club, di cui Cameron faceva parte, si può avere un assaggio nel film “Posh – The Riot Club”. Storie di circoli maschili estremamente selettivi e di serate all’insegna di alcol e prostitute, durante le quali si indossavano frac, si cenava in locali di basso profilo che si era poi soliti distruggere in modo vandalico, ovviamente pagando lautamente per i danni e il disturbo arrecato. Fin qui tutto normale. Lord Ashcroft però si spinge oltre. E non gli è difficile rintracciare vecchi amici che possano testimoniare l’abuso di droghe leggere e non del premier inglese. C’è chi lo ricorda membro del Flam Club a fumare una varietà indefinita di sostanze, chi addirittura afferma che facesse uso di cocaina anche una volta iniziata la relazione con lady Samantha, attuale moglie e madre dei suoi figli.