“Tutti (Anche gli Economisti) Dicono I Love You”: La Formula per un Matrimonio Felice

La ricerca, pubblicata nel International Economic Review, ha esaminato le risposte di oltre 4,000 famiglie durante l'edizione 1987/1988 del sondaggio, comparandole al tasso di divorzi rilevato quasi sei anni dopo, nel periodo 1992/1994. Dai risultati è emerso che solamente il 40,9 percento delle coppie è stata in grado di identificare correttamente la risposta del coniuge, suggerendo che poco meno del 60 percento di queste relazioni sono caratterizzate da asimmetrie informative.

Secondo la bargaining theory, riferiscono i due ricercatori, tanto più un coniuge tende a valutare erroneamente - in particolar modo sovrastimando - la felicità del partner, tanto più il primo sarà orientato a "negoziare duramente" nella relazione. Come spiega Stern: "Se credo che mia moglie sia molto felice del matrimonio, potrei spingerla a lavorare di più o a contribuire maggiormente al reddito familiare. Se, a mia insaputa, lei è in realtà non entusiasta del matrimonio, oppure ha uno spasimante di bell'aspetto a lei interessato, potrebbe valutare tali richieste come eccessive, ed essere indotta a valutare il divorzio come una migliore opzione.