“A Beautiful Economics”: Come l’Aspetto Estetico Influenza Il Benessere degli Agenti Economici

L'utilizzo della teoria dei giochi per la derivazione del miglior comportamento strategico nei contesti d'interazione serali (una pratica fantasticamente attribuita nel film a Nash, e nel tempo ripetutamente contestata per la propria scorrettezza teorica) non è, tuttavia, l'unico punto di tangenza tra lo studio economico e l'estetica. Daniel Hamermesh, professore di economics all'Università del Texas, ha studiato la relazione tra le dinamiche economiche e la bellezza degli agenti per decenni, assegnando a questa singolare branca di ricerca l'etichetta di "pulchronomics" (da "pulchritude", in italiano "bellezza" o "avvenenza"), ricavandone svariati risultati - non tutti a favore della beltade.

Un Maggiore Reddito da Lavoro

Nel suo libro uscito nel 2011 dal titolo Beauty Pays (letteralmente "la bellezza paga"), Hamermesh ha stimato che, durante l'intero corso di una vita, il lavoratore medio dotato di un aspetto estetico superiore alla media guadagnerebbe quasi il 4 percento in più di uno la cui bellezza è considerata sotto la media, per un totale di $230,000 (ad oggi poco oltre i €200,000 ). La differenza è risultata considerevole anche tra le classi di individui considerati di "bell'aspetto" e di "bellezza media", facendo registrare un gap di quasi $150,000 (€130,000). Curiosamente, a detta dell'economista, tali divergenze non sono da imputare ad un maggior livello di autostima degli individui legata all'aspetto fisico. In contrasto con l'opinione comune che vede la società, in generale, valutare maggiormente l'aspetto di una donna piuttosto che di un uomo, Hamermesh ha inoltre dimostrato che tali effetti risultano più lievi proprio in relazione al sesso femminile.

Un CEO Attraente Rende la Società Attraente

Secondo un recente studio condotto da dei ricercatori dell'Università del Wisconsin, i CEO con volti considerati "attraenti" tendono a far registrare migliori risultati sul mercato azionario durante il periodo immediatamente successivo al loro insediamento a capo dell'azienda, e successivamente ad attività di fusione ed acquisizione.  Non solo. Le azioni delle aziende capitanate da CEO di bell'aspetto hanno riscontrato risultati migliori dopo le apparizioni di quest'ultimi in televisione - una dinamica che non è stata rilevata, ad esempio, per le citazioni su giornali o radio, ed ha convinto i ricercatori ulteriormente della genuinità dell'effetto estetico.