Cibo Biologico, Il Mercato Miliardario Che Fa Impazzire l’America

Clientela che si è saputa costruire col tempo la celebre catena alimentare biologica Whole Foods. Da uno store nel 1980 ha dato vita a 390 negozi in tutta America, ad oggi ha un fatturato stimato per il 2014 di 14,2 miliardi di dollari. Da quando i dati sulle vendite aumentavano di anno in anno, Whole Foods non può più dormire sogni tranquilli. Il consumatore medio non va più, o non è mai andato, a fare la spesa della settimana in uno dei suoi colorati e attraenti store, perché gli costerebbe “un intero stipendio”. La concorrenza aumenta: secondo il Dipartimento dell'Agricoltura circa ¾ dei supermercati vende biologico. E i prezzi diminuiscono. Le grandi catene d'oltreoceano come Korger o Target già da qualche anno hanno lanciato la propria linea biologica; Walmart, un altro big della spesa con 4000 punti vendita, ad aprile ha presentato sui suoi scaffali una nuova linea, con prezzi che possono essere fino al 25% più bassi degli stessi prodotti Whole Foods. E il titolo sul Nasdaq ne risente.

Whole Foods Nasdaq

Quello del Biologico è quindi diventato un business ultra competitivo. Yoga e crudismo vanno lasciati ai clienti, per i manager che vogliono sfruttare la gallina del millennio dalle uova bio è l'ora di infilarsi i guantoni e salire sul ring.