Colloqui di Lavoro: le Domande più Stravaganti

Rispondere a queste domande non è assolutamente semplice. E non c’è una risposta migliore delle altre (neanche per le domande di carattere scientifico o quelle relative allo Stato da distruggere, a parte nell’invocare la pace nel mondo, ma darebbe troppo l’effetto di un concorso di bellezza). Sicuramente tali domande indagano aspetti comportamentali o tratti della creatività che di norma non vengono indagati in un classico colloquio. E un selezionatore che pone questo tipo di domande deve essere quantomeno allenato all’interpretazione.

In Italia questo tipo di domande sono ancora inusuali? Società di selezione molto famose come Page Personnel e Randstad ammettono che il gap culturale tra noi e gli Stati Uniti è tale per cui l’approccio è molto più soft nel formulare domande così smaccatamente dirette e talvolta personali. Ma con l’aiuto di psicologi, spesso utilizzati nelle simulazioni di gruppo o nei colloqui per alte posizioni manageriali può capitare che si facciano domande di questa natura. Quindi, preparatevi, cari candidati, perché ormai nei colloqui di selezione oltre alla classica giacca e cravatta e agli studi universitari, vale proprio tutto.

Photo credit: bpsusf / Foter.com / CC BY