Discriminazione Sul Posto di Lavoro, Cosa Cambia Tra il Termine “Nero” Vs “Afroamericano”

Per fare ciò è stato chiesto ad un campione di 172 cittadini statunitensi di attribuire a 72 aggettivi un punteggio da 1 a 5, dove 1 indicava un attributo percepito come altamente negativo, mentre 5 un attributo estremamente positivo. E’ stato poi chiesto ai partecipanti di attribuire ciascun aggettivo ad una delle quattro seguenti categorie: “White”, “Caucasian”, “Black”, “African-American”. La ratio sottostante la scelta di queste quattro macrocategorie deve essere ricercata nel fatto che per ciascun gruppo si volesse indicare sia una connotazione di tipo raziale (“White” e “Black”), sia di tipo culturale (“Caucasian e “African-American”).

I risultati a cui giungono sono estremamente interessanti. In primo luogo i partecipanti hanno associato attributi più negativi alla categoria “Black”, rispetto alla categoria “African-American” - un risultato, a detta degli autori, attribuibile ad una differenza percepita circa lo status socio-economico associato alle due denominazioni. Di conseguenza, negli ambienti professionali, gli invidui "Black" tendono ad essere considerati in possesso di minori competenze lavorative. E’ interessante osservare inoltre come non siano state rilevate differenze significative nell’attribuzione degli aggettivi per i gruppi “African-American” e  “Whites”, mentre i due gruppi indicanti una connotazione di tipo raziale, piuttosto che culturale, sono stati associati ad aggettivi percepiti come più negativi.