Finalmente un Unico Modello di Caricabatteria per tutta Europa

Non solo le aziende produttive ne facevano parte, ma anche gli operatori telefonici tra cui Orange, Telecom, 3, Vodafon e At&t. GSMA aveva permesso la creazione dell'attuale microUSB, il primo prototipo di caricabatteria unico che ha permesso di ottenere un risparmio sui consumi del 50% rispetto ai modelli esistenti in commercio fino al 2009. Lo standard che invece verrà applicato, con la nuova normativa si chiamerà USB Type C, e comporterà chiari obblighi di realizzazione per produttori, importatori e distributori, benché non si conoscano ancora le caratteristiche tecniche che questo nuovo dispositivo avrà. Ancora una volta quindi l'Unione Europea si dimostra in grado di influenzare in modo importante il mercato.

Tutta la normativa però è ancora in divenire, dato che non è ancora chiaro che sanzioni verranno applicate in caso di mancato adempimento delle norme, e come queste verranno fatte rispettare dall'Unione Europea. I primi cambiamenti infatti si vedranno solamente tra 3 anni (si è data una scadenza per il 2017) quindi chi già esultava immaginandosi finalmente un unico caricabatteria per tutti i dispositivi elettronici, purtroppo dovrà aspettare ancora e rassegnarsi a portarsi dietro qualche caricabatteria in più.