Grecia ed EU: Il Nuovo Dilemma del Prigioniero

Lo scopo del gioco e' la massimizzazione del risultato per entrambi i prigionieri  (non confessa / non confessa), ma il dilemma ha causato interesse come esempio di gioco in cui l'assioma di razionalità pare apparentemente fallire, prescrivendo un'azione che procura più danno ad entrambi i contendenti della scelta alternativa migliore.

Una possibile soluzione, assumendo che i personaggi abbiano una capacità logica pressoché perfetta e che quindi interpretino il gioco allo stesso modo, porta alla conclusione che entrambi prenderanno la stessa decisione. In altri termini se uno dei prigionieri capisce che le conclusioni a cui arriva lui sono le stesse a cui arriva l'altro, scegliere di non confessare è l'unica azione possibile.

Unione europea e Grecia stanno giocando una partita analoga, entrambi dipendono l'una dall'altra ed entrambe devono cercare di massimizzare il risultato complessivo. Infatti, una concessione totale alla Grecia rischierebbe di rinvigorire i focolai di euroscetticismo sparsi qua e la in Europa e darebbe l’ennesima volta fiato al concetto di azzardo morale. Una vittoria dell'Europa porterebbe invece ad  un'ulteriore aggravio della situazione in Grecia con tensioni sociali, nuove elezioni ed un  nuovo governo, forse ancor più' estremista.Sarebbe come sancire la definitiva uscita dell'euro della Grecia e probabilmente la stessa sopravvivenza dell'Europa verrebbe messa in discussione.