24 Anni e un Brand di Gioielli già Avviato, Ecco Chi c’è Dietro LIL

Qual è l’ideale di donna a cui ti ispiri?

"Stiamo facendo un progetto di marketing con le LILgirls: mini video di 40 secondi che rappresentano proprio le donne a cui ci ispiriamo. Non faccio un profilo preciso della ragazza LIL perché per me può essere chiunque. Mi sono sempre ispirata a donne forti ed indipendenti che sanno quello che vogliono: possono essere delle creative, delle filosofe, delle scienziate. Mi piace molto l’autoironia, una caratteristica che apprezzo molto nelle donne. Il fatto che una possa make fun of your own self: non c’è niente di più divertente! Mi piacciono le donne eclettiche, sicure di sé, determinate e sensuali. Con diverse sfaccettature. Grazie alle forme essenziali e pure, la donna LIL può osare senza essere kitsch. Elegante, sensuale, essenziale ed una seconda pelle: queste sono le 4 parole-chiave per il mio gioiello".

Crei anche altri prodotti..

".. si! mi piace l’idea di poter spaziare con prodotti di merchandising semplici ed efficaci che arrivano dove io non riesco con le parole. Dopo i tatuaggi, abbiamo lanciato i LILgirls Stickers: adesivi creati con l’aiuto e la partecipazione di una bravissima illustratrice".


lil

Sei entrata, a piè pari e a soli 22 anni, nel grande mondo del business. Hai incontrato qualche difficoltà?

"Tante, tante difficoltà, ma anche tante vittorie. La cosa che mi ha spinto a portare avanti questo progetto è il fatto che mi sono resa conto che non c’è niente di più bello di avere un progetto proprio da condividere con altre persone, nel bene e nel male.Tanti pianti, ma tante piccole vittorie che per me hanno significato moltissimo. Il mondo dell’oreficeria non è per niente facile, ma noi stiamo cercando di combatterlo attraverso il nostro essere giovani, con tanta voglia di fare. Non vediamo Lil come il classico brand tradizionale di gioielleria, ma come qualcosa di diversoUtilizziamo canali di comunicazione, attraverso le nostre operazioni di marketing che, tradizionalmente, non verrebbero considerati. A livello di produzione, i fornitori sono abituati a minimi di quantitativi d’ordine che per noi sono davvero elevati: una difficoltà che stiamo cercando di sopperire dilazionando gli ordini in un tempo maggiore, ad esempio un anno. E’ una bella battaglia, ma il sito online ci sta dando grandi soddisfazioni. Poi se non ci provi.. Non vai da nessuna parte! Inoltre, siamo state appena prese da QVC Next Lab, nato per promuovere l’imprenditoria femminile. Noi infatti siamo un team tutto al femminile. Siamo state selezionate per 4 incontri con grandi mentors che danno consigli per le nuove startup (in tutto 13) e il percorso si conclude a Tel Aviv. Per me è importante creare un team molto coeso per la crescita e la riuscita dell’azienda".

Che consiglio daresti a chi, come te e non ancora 25enne (facciamo anche 30!), ha intenzione di avviare una propria attività puntando tutto su se stesso?

"Provarci assolutamente. Non c’è soddisfazione più grande di iniziare qualcosa da zero. Sono partita con un capitale sociale bassissimo. LIL è un brand cresciuto molto gradualmentei. Lavorare tanto, ma non arrendersi mai. E’ una scommessa su se stessi. Dagli errori di un proprio progetto personale si impara 100 volte in più di quando si fanno gli stessi errori dentro ad una grande corporate".

Progetti per il futuro?

"Il mio sogno è quello di creare LIL come brand a 360. Collaborare con altri brand e riuscire a creare diversi prodotti must have. Con la crescita del business, vorrei coinvolgere sempre più persone e perché no, anche opportunità lavorative".

Un’ultima domanda, veloce veloce: una donna a cui ti ispiri?

"In questi ultimi mesi sto tenendo d’occhio Emily Weiss che ha fondato Glossier. E’ un’imprenditrice di appena 32 anni che è riuscita a creare da un blog, Into the Gloss, un brand a 360 gradi reinventando il settore della cosmetica, a prezzi accessibili. Lei, ad esempio, ha creato una community tutta al femminile di super appassionate. Sul lato personale, ho tanti esempi veri e reali, ci sono tante persone".

lil