La Russia Lascia l’Ucraina Senza Gas. E l’Italia Cosa Rischia?

Immaginare una situazione del genere è certamente possibile ma, fortunatamente, difficilmente realizzabile in tutte le sue componenti, essendo assurdo ritenere che la Russia rinuncerebbe ai profitti derivanti proprio dall’esportazione del Gas in tutta Europa. Si tenga ben presente che il settore del gas, del petrolio e del legname rappresenta quasi l’85% della totalità delle esportazioni russe.

E’ un dato certo tuttavia che le "sanzioni" dirette alla Russia per la condotta e le azioni lesive poste in essere verso l’Ucraina sembrano, ad oggi, non avere sortito alcun effetto deterrente, ed è certo che lo Stato ucraino non riceverà gas almeno per i prossimi quattro mesi. E’ bene non essere catastrofici, dopotutto anche il clima sembra essere impazzito: non più estati afose, ma fredde; non più primavere in fiore ma rigide e piovose. E se il 2014 ci riservasse un inverno più caldo del normale? Verrebbe da dire: magari!