Al Via a Milano la Stagione Delle Fiere: Ecco Come Viverle Al Meglio

Il Tragitto
Se scegliete di usare i mezzi pubblici per raggiungere i padiglioni della fiera, fate sempre il biglietto e conservatelo intatto fino all’ingresso. Sembra una banalità, ma può capitare a tutti di perderlo durante il tragitto, ho visto anche gente che lo butta appena sceso dal metro, che poi viene irrimediabilmente multata dal cordone di controllori ATM presenti ai tornelli. La popolarità della fiera e il numero di controllori sui mezzi pubblici e all’uscita delle stazioni sono direttamente proporzionali. Se invece preferite usare l’auto, allora sappiate che i parcheggi a pagamento sono la soluzione migliore. Non mancano quelli che lasciano la macchina dove capita ai lati della strada. Può essere una buona soluzione ammesso che non ingombri o non sia in divieto, ma occorre arrivare in largo anticipo per trovare spazio magari su qualche aiuola.

L’Arrivo
Questa stagione è birichina. Capita che un giorno faccia caldo e il giorno dopo obblighi a mettere il piumino. I padiglioni saranno caldissimi, il traffico di persone li scalderà ancora di più. Compito vostro vestirvi a strati, vale la tecnica della nonna: maglietta, camicia e felpa. Poi magari portare lo zaino dove mettere il giacchetto. Prendete sempre la mappa. All’ingresso recatevi in zona accrediti stampa e chiedete a gran voce una mappa o guida dei padiglioni. Questa è la regola d’oro per le rassegne più grandi tipo fiera dell’Artigianato o Fuorisalone, ma anche in quelle minori il rischio di rifare tre volte lo stesso giro e perdersi una intera fetta di esposizione è alto. Portarte soldi in contanti. Ci sono i bancomat, è vero. Mi meraviglia sempre vedere la fila di gente che si crea proprio ai bancomat: a volte dura un’ora.