Strategie di Prezzo: Come Cambia la Psicologia del Consumatore Con il Formato “0,99”

Ovunque abbiano avuto origine, tali pratiche di prezzo rimangono oggigiorno strategie ampiamente utilizzate, soprattutto nella grande distribuzione. Ma come operano esattamente queste sulla psicologia del consumatore? Tim Harford l'economista "sotto copertura", come lui stesso si firma nelle colonne del Financial Times, ha recentemente raccolto le teorie a favore di un formato di prezzo "0,99".

Secondo quanto da lui riferito, v'è, innanzitutto, da considerare il left-digit effect (letteralmente "l'effetto della cifra a sinistra"), secondo il quale la mente del consumatore tende a porre maggiore enfasi sul primo numero di un prezzo. Ad esempio, tra un prodotto da $90.00 ed uno da $89.99, si sceglierà quest'ultimo poiché intuitivamente ritenuto più conveniente (8<9). Alternativamente, spiega Harford, i prezzi che finiscono con ".99" comunicano alla psicologia del consumatore la sensazione di essere di fronte ad un "buon affare", e molti sembrano essere gli studi a supporto di tale tesi.