Strategie di Prezzo: Come Cambia la Psicologia del Consumatore Con il Formato “0,99”

Non solo. Stando ai risultati emersi da un recente studio pubblicato sul Journal of Consumer Research, i consumatori sono inclini ad approcciarsi differentemente alle informazioni contenute in un prezzo tondo rispetto ad uno dal formato "0.99". Di fronte ad un prodotto dal costo di $50, ad esempio, il compratore prenderà la propria scelta d'acquisto facendo affidamento principalmente sul proprio "istinto", mentre posto d'innanzi ad un prezzo irregolare, come $48.95, tenderà a ragionare per comprendere la convenienza della transazione.

Svariati sono stati gli esperimenti condotti dagli autori della ricerca, Monica Wadhwa (INSEAD, Singapore) and Kuangjie Zhang (Nanyang Technological University), per dimostrare questo genere di effetti, dai quali è stato confermata l'attitudine dei consumatori nel valutare differenti tipologie di prezzi in modi diversi. Beni di lusso o ricreativi - ad esempio una bottiglia di vino pregiato - tendono a vendere maggiormente quando offerti al pubblico con prezzi "regolari" (ad esempio $50.00), mentre oggetti di uso comune sono preferiti quando accostati a prezzi non-tondi (ad esempio $49.99).