La Pena di Morte nel 2015

Ad oggi le esecuzioni utilizzate sono svariate. La maggior parte degli Stati conservatori della pena capitale si servono della fucilazione/impiccagione dei condannati, mentre percentuali minori, ma comunque considerevoli, corrispondono a iniezioni letali e lapidazioni. La pena della sedia elettrica equivale numericamente a quella della decapitazione e alla forse curiosa ma non meno drammatica pratica di gettare esseri umani nel vuoto.

pena di morte

La maggior concentrazione dei Paesi esecutori si estende alla zona nord-orientale Africana, alla penisola Arabica, alle aree Indiana e Cinese e alle isole del Sud-Est Asiatico. L’unica occidentale sono gli Stati Uniti d’America. Il Paese che ha sanzionato con la pena di morte il maggior numero di persone è stato la Cina che, secondo a dati risalenti a fine 2013, ha ucciso 2.400 persone. L’entità delle esecuzioni in Iran, Iraq, Arabia Saudita e Corea del Nord, rispettivamente elencate in ordine decrescente, corrisponde ad un totale di 687 persone. Gli Stati a stelle e strisce invece hanno posto fine al “braccio della morte” di 39 persone.