L’Economia delle Scarpe TOMS, Carità o Limite allo Sviluppo?

Il fenomeno, ovviamente, non è passato inosservato nel mondo economico, spingendo molti ad inserirsi nel dibattito. Rilevante, in questo senso, è il contributo di un recente paper redatto da tre economisti dell'Università di San Francisco - Bruce Wydick, Elizabeth Kat, Brendan Jane - nel quale viene analizzato l'impatto delle donazioni della TOMS sul settore calzaturiero locale dei paesi "bisognosi".

Dal momento che la teoria economica non fornisce alcuna metodologia formale per prevedere i possibili effetti di una tale condotta - da una parte v'è chi afferma che le donazioni estinguerebbero la domanda di scarpe sul mercato locale, ostacolando così lo sviluppo di un settore domestico, dall'altra chi si dice sicuro che avrebbero un effetto stimolante - i tre ricercatori hanno progettato un esperimento randomizzato con circa 1000 famiglie di El Salvador, un paese che appare costantemente nella metà inferiore nelle tabelle per il reddito pro-capite. A tutte le famiglie è stato così fornito un buono sconto per l'acquisto di calzature ad un negozio locale, e solamente alla metà di queste effettivamente un paio di scarpe per i propri figli.