Smartweek Racconta Mary Barra, CEO di General Motors Ossessionata dalla Velocità

mary barra auto

Finalmente CEO

La posizione tanto ambita di CEO arriva dopo un lungo percorso formativo che le ha permesso di conoscere l’azienda nel profondo, in ogni sua componente: così, nel 2014, Mary Barra diventa il primo Amministratore Delegato donna di General Motors.

 

afferma Dan Akerson, Presidente di General Motors, in seguito ad alcuni pettegolezzi che imputavano la nomina di Barra a motivazioni ben lontane dalla professionalità.

Il primo anno alla guida del colosso automobilistico si rivela piuttosto difficile: l’azienda riceve 84 richiami per la sicurezza su una partita di oltre 30 milioni di macchine. Barra è chiamata al Senato per testimoniare e rispondere delle morti attribuite alle manchevolezze tecniche.

Nonostante le difficoltà e i pericoli per la reputazione di General Motors, Mary Barra dimostra una grande integrità e un’incredibile capacità di gestire situazioni difficili. Queste sue qualità le valgono la nomina nella classifica di Forbes delle donne più potenti.

 

afferma Barra.

 

Inoltre, il 2014 vede Mary Barra ricevere anche una laurea honoris causa presso l’università del Michigan e diventare la copertina del Time per il numero sulle 100 persone più influenti del mondo.

mary barra 2

Vita privata e qualche curiosità

Anche la vita privata di Mary Barra gravita intorno a Detroit, patria storica della General Motors. Lei e suo marito Tony vivono a Northville, una frazione suburbana della metropoli, dove crescono i loro due figli. Ciò che stupisce, molto spesso, è la capacità di una donna di coniugare una brillante carriera lavorativa con gli impegni familiari.

Nonostante siamo nel 2017 e ci siano in circolazione numerosi esempi che confermino questa teoria, la domanda “Ma come fa a far tutto?” sorge sempre spontanea. A questo, Mary Barra risponde:

La riprova di ciò si può ritrovare in una frase della Barra stessa che risale alla sua nomina nella classifica di Fortune.

Veniamo alla parte più divertente. Le curiosità su una donna così potente.

Consiglio dell’esperta: le macchine preferite di Mary Barra sono la Chevrolet Camaro e la Pontiac Firebird, forse per il suo forte legame con il suo passato. Infatti, uno dei ricordi a lei più cari risale proprio agli anni in cui il signor Barra lavorava nei concessionari costretti a coprire le finestre con la carta per evitare che il mondo scoprisse i nuovi modelli.

auto barra

I suoi rituali mattutini: lei stessa ammette che durante le prime ore del mattino passa molto tempo a preoccuparsi delle tempistiche di esecuzione dei progetti. Ciò che più le da’ pensiero è la velocità, il dover arrivare necessariamente primi per mantenere una posizione dominante sul mercato.

Come vedete Mary Barra ha tutte le carte in regola per fronteggiare un mondo prettamente maschilista e chiuso alle novità. La sua forza deriva da una forte conoscenza maturata tra i banchi di scuola, ma soprattutto dalla sua carriera ultra decennale in un'azienda che ha coltivato il suo talento sin dai primi anni. La sua integrità e la sua motivazione, però, sono innate. Non si trovano da nessuna parte se non nel proprio carattere. La dedizione che dimostra tuttora nei confronti di General Motors la sta portando in cima al successo, insieme alla sua amata azienda che sta risplendendo di luce propria come ha fatto solo nei primi anni di vita.