Smartweek Racconta Brian Chesky, il Designer che Ha Fondato Airbnb

chesky airbnb

2015

Il 2015 è l’anno della svolta, oltre al raggiungimento del valore di 20 miliardi di dollari, il successo incredibile di Airbnb gli consente di annunciare la sponsorship ufficiale delle Olimpiadi estive 2016 di Rio de Janeiro. Un’opportunità simile si è presentata solo l’anno precedente durante la competizione calcistica FIFA World Cup, quando oltre 120 mila persone hanno prenotato un alloggio su Airbnb. È anche l’anno in cui la rivista Forbes inserisce Chesky nella lista degli uomini under 40 più ricchi d’America e il Presidente Obama lo nomina Ambassador dell’imprenditorialità mondiale.

In soli otto anni, il fatturato raggiunge i 555 milioni di dollari e Airbnb deve preoccuparsi di gestire un impero di servizi a livello mondiale, con tutti i pro e i contro. Tra i lati negativi, c’è anche l’assicurarsi che ogni viaggiatore riceva lo stesso trattamento, con la firma di un accordo di non discriminazione da parte dei proprietari affiliari ad Airbnb.

Parallelamente, Chesky è concentrato sull’evoluzione del business: in particolare, nel 2016, lancia Airbnb Trips, una piattaforma che va oltre la semplice offerta di un alloggio e si propone di offrire un’esperienza di viaggio completa.

Sii indomabile

Ed è proprio grazie al carattere indomabile dei suoi founder che Airbnb oggi conta oltre 160 milioni di ospiti, una valutazione sul mercato di 31 miliardi di dollari e nuovi progetti per migliorare e rivoluzionare il modo in cui il mondo viaggia, tra cui l’iniziativa “Flights” per la prenotazione dei voli.

Chesky è un imprenditore fuori dagli schemi a partire dalla sua formazione, è una mente irrefrenabile e creativa. Il successo del suo business non è solo una svolta per l’economia mondiale, sempre più aperta a nuove soluzioni che provengono dal basso e che si possano affiancare ai business più tradizionali, ma è anche una celebrazione dei rapporti umani, della passione e dello stupore. Un effetto sorpresa che si può provare solo quando si è bambini e si esplorano le novità e che Chesky non ha mai dimenticato.