In Russia l’Addestramento Militare Comincia alle Elementari

Cucinare in un bosco con mezzi di fortuna e mantenere la posizione totalmente coperti di neve sono solo due delle più estreme operazioni cui gli studenti vengono sottoposti. L’arte di arrangiarsi qui è una virtù molto apprezzata e certamente invidiata da reparti degli eserciti regolari di molte democrazie occidentali più vicine a noi.

Curiosamente, chi di noi ha passato anni preoccupato per la incresciosa condizione dei bambini soldato, in Africa e altrove, in preda alle guerre civili e alla povertà più nera, ritrova ora quelle stesse situazioni, certo artificiosamente create, nelle vaste terre russe. Questa volta, almeno fin’ora, non ci sono agenzie e istituzioni internazionali impegnate sul campo. Questa volta l’interlocutore è un altro e ha una posizione ben precisa nello scacchiere delle relazioni internazionali. Si è già fatto molto parlare, specialmente negli ultimi tempi, della figura e del governo di Vladimir Putin. Una struttura di questo genere non dovrebbe nemmeno stupirci, in primo luogo. O forse sì? Ne abbiamo davvero viste così tante da non essere nemmeno più in grado di meravigliarci e, quando serve, indignarci? Alle vuote domande retoriche è bene lasciare spazio alle prese di posizione, specie da chi avrebbe autorità per farlo. Nel frattempo, è importante che quanti più sappiano che questo avviene. E che questo avviene ora.

Photo credit: Eduard Korniyenko / Reuters