Un Giorno su Tinder, La Mia (Breve) Esperienza con “l’App dei Rimorchi” da $1,35 mld

 screen-shot-2014-05-27-at-4-34-53-pm

Bene, è arrivato il momento di confessare; poiché alla vista del valore del business in questione sono rimasta shockata e proprio non capivo come fosse possibile che tante persone fossero ancora legate al mondo del “ti cerco, ti trovo, ti parlo ma alla fine manco ti conosco”, mi sono immolata per la patria e mi sono iscritta a Tinder per un giorno. Sono partita col dare una quindicina di “like” random perché non avevo capito che facendo scorrere le foto del candidato di turno verso destra si mostra apprezzamento. Stesso discorso per l’ambitissimo “super like”, che ho dato ad una decina di persone perché poi ho preso a scorrere verso l’alto. Fortunatamente, proprio grazie alla pensata dell’ideatore di Tinder, dei 400 like che ho messo per errore nessuno ha saputo di aver ricevuto un apprezzamento dalla sottoscritta (a meno che non mi abbia messo a sua volta il like… inutile dire che me ne sono tornati indietro non più di dieci, ma la colpa era sicuramente della foto del profilo, che non rendeva al meglio la mia prosperosità mediterranea… vabbè, tedesca).