Potere dei Mass Media, Misurarlo Attraverso l’Influenza Politica

E mentre le autorità di regolamentazione acquisiscono sempre maggior consapevolezza del ruolo politico giocato dai media, palesi si rivelano i limiti di un'analisi standard della concorrenza di mercato per regolarne l'industria - si veda, ad esempio, il rapporto Ofcom 2012 (2). Siccome non v'è una concorrenza diretta tra le differenti piattaforme mediatiche (dai giornali alle tv), un approccio standard tende a definire i mercati in termini di tali piattaforme - una prospettiva inutile per indagare la reale influenza politica dei singoli media, considerando che ciò che conta è quale informazione ricevono gli elettori, piuttosto che attraverso quali canale questi la ricevono. Come facciamo a sapere, quindi, se politicamente è più influente la CBS o il Wall Street Journal?

A tale quesito ha recentemente risposto Andrea Prat, professore di Economics alla Columbia University, nel suo recente lavoro dal titolo "Media Power" (3) . L'economista ha sviluppato un nuovo indice - il "media power index" - in grado di aggregare l'influenza politica di tutte le diverse piattaforme editoriali, la cui unità base di analisi sono gli elettori invece che i mercati. I risultati dello studio sono esposti in Figura 1, dove sono riportati i valori del media power index fatti registrare da tutte le principali media company statunitensi del 2012.

Figura 1. Media power index, le 15 più influenti aziende statunitensi, sulla base del Pew Institute Media Consumption Survey del 2012

Prat_fig1