Ttip, le Regole della Finanza Dividono Usa e Ue

Tentativo di boicottaggio europeo

A fronte di questo diniego, la Commissione Europea, tentando di aumentare la pressione sul governo Obama, ha proposto a tutti gli Stati membri di non negoziare con gli Stati Uniti l’acceso ai propri mercati dei servizi finanziari, finché gli Usa non s’impegneranno nella cooperazione normativa.

Secondo una bozza di offerta, trapelata poche settimane fa, contenente proposte di regolamentazione dell'Ue in vari settori, la Commissione Europea prevede di ritirare tutto ciò che riguarda le società dei servizi finanziari, come sottolinea lo stesso documento: "Data la ferma l'opposizione degli Stati Uniti di includere la cooperazione normativa in materia di servizi finanziari nel Ttip, si è ritenuto opportuno non includere impegni in materia di servizi finanziari in offerta di accesso al mercato dell'Ue in questa fase."

Questo tentativo di boicottaggio europeo, rischia di risultare un bluff e per giunta fatto male. Un funzionario americano vicino ai colloqui, ha infatti commentato all’agenzia Reuters che le banche americane hanno già accesso al mercato europeo grazie ad accordi internazionali che risalgono a oltre 20 anni fa. Inoltre, sempre secondo questo funzionario, l'Ue sta trattando un separato accordo commerciale di servizi multilaterali, insieme anche agli Usa, che include i servizi finanziari.