Tensioni Geopolitiche in Asia e UE: Impedimenti ad una Nuova Via della Seta

L'iniziativa economica, come enfatizzato dal Presidente cinese in più occasioni, sembrerebbe essere guidata dalla volontà di ravvivare gli antichi legami di amicizia e mutuo guadagno nel contemporaneo mondo globalizzato, ma non v'è dubbio che ha giocare un ruolo fondamentale siano anche fattori domestici, quali il crescente divario di prosperità tra le regioni della Cina orientale ed occidentale - un gap che il governo di Xi Jinping spera possa essere colmato dagli effetti dinamizzanti del progetto, promuovendo così la prossima fase di sviluppo "bilanciato" del paese.

Figura 1. La Nuova Via della Seta

 via-della-seta-1

Sebbene, considerandone il valore nominale, il progetto potrebbe rappresentare una delle rivoluzioni più significative nelle rotte commerciali globali dall'emergenza del gigante cinese due decenni fa, la Nuova Via della Seta sembra essere un ottimo esempio di come le correnti tensioni geopolitiche del continente Euroasiatico costituiscano un severo impedimento al processo di globalizzazione. Gran parte degli 11,000 kilometri percorsi dal treno Yuxinou dalla città di Chongqing comprendono un tratto sotto il controllo della Trans-Eurasia Logistic - una join venture tra le compagnie ferroviarie tedesche e russe, rispettivamente la Deutsche Bahn e RZhD - sempre più vulnerabile nella catena di approvvigionamento globale in un momento di crescenti tensioni tra Russia ed Europa a causa del conflitto in Ucraina.